Entry Point Via Francigena

Un viaggio di mille miglia comincia sempre con un passo – Lao Tzu

 

 

Il complesso della Casa del Boia e del Bastardo, inizia la sua costruzione nel corso del Trecento (visibile oggi nelle mura in mattoni) fino al 1800. L’aggiunta di un torrione, le quattro cannoniere, il baluardo di San Salvatore e la cortina in collegamento con il baluardo San Pietro, fanno parte dell’odierno complesso che dà sede alla Casermetta e al museo Entry Point Via Francigena, nonché conosciuto nella Lucchesia come Casa del Boia, attiva tra il 1630 e fine 1700.

Il museo offre contenuti interattivi, audiovisivi di carattere vario adatti a diverse fasce d’età che aiuteranno i visitatori a meglio comprendere la via Francigena, Lucca e la sua storia.

 

Il percorso ha inizio nel bastione al piano terra, luogo che meglio di tutti illustra la stratificazione delle mura difensive. Qui l’esperienza immersiva racconta la storia di alcuni personaggi nel loro viaggio verso Roma attraverso i secoli.

Al primo piano il visitatore può approfondire il viaggio del pellegrino dal punto di vista di quattro personaggi diversi: Sigerico, il pellegrino medievale, il viaggiatore moderno e Francesco — la versione per i più piccoli.

Attraverso altri pannelli interattivi il visitatore può scoprire l’ampliamento ed evoluzione della città di Lucca, provare un pasto virtuale medievale e moderno e mettersi alla prova con una simulazione di itinerario francigeno.